Le migliori attrazioni turistiche di Barcellona



Pensando a quali attrazioni offre questa meravigliosa città, non possiamo iniziare che dalla Rambla.
Sarà un cliché, ma non si può cominciare una vacanza a Barcellona senza prima aver esplorato la Rambla, il corso più famoso della Spagna: un’animatissima strada, che parte da Piazza Catalunya e arriva fino al mare. Qui troverete tantissimi artisti di strada, mangiafuoco, statue umane, musicisti etc, i quali renderanno questa passeggiata divertentissima e unica nel suo genere.
Passeggiando per la Rambla, potrete vedere alcune attrazioni fra cui: il Palazzo della Virreina, lo splendido Teatro del Liceu e la Plaça Reial.

Rambla

La Boqueria e altri mercati

Mentre esplorate la Rambla, vi sarà impossibile non notare un mercato coperto verso la metà del vostro percorso. Questo affascinante luogo si chiama La Boqueria e risale al 1836. Presenta una miriade di prodotti della cultura catalana disposti sempre con ordine e con fantasia, creando oltre che l’aquilina in bocca anche un piacere per gli occhi, per un tripudio di colori e odori. All’interno del mercato, sono presenti anche piccoli localini dove mangiare e bere, anche se spesso, come tutto il mercato, sono affollatissimi di turisti.
Oltre alla Boqueria, se desiderate vedere altri mercati altrettanto interessanti e sicuramente un pò meno affollati, ci sono: il Mercato di Sant Antoni, il Mercato del Ninot ed il Mercato di Santa Caterina.

La Sagrada Familia e le altre opere di Gaudì

Sagrada Familia

Imprescindibile, quando si visita Barcellona, visitare le opere di Antoni Gaudì, dei veri capolavori di arte, ingegneria ed originale bellezza.
La Sagrada Familia, la cui costruzione inizia nel 1881, è senza dubbio l’opera più imponente di Gaudì, ma anche l’unica incompiuta, poiché ancora oggi è in fase di completamento. Questa Basilica comunque rappresenta un opera unica nel suo genere (18 torri) sia a livello architettonico che artistico.
Dopo la Sagrada Familia, si può visitare Casa Batlló, un edificio stravagante che mescola molti stili, passando dall’art nouveau a quella gotica, e che da l’impressione di un turbinio di colori, curve e movimento.
A seguire, è doveroso visitare anche La Pedreda o Casa Milà, sempre opera del genio catalano, venne dichiarata nel 1984 dall’Unesco, Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Dalla movimentata facciata passando allo straordinario tetto, tutto da l’impressione di una forma curvilinea che ricorda l’andamento delle onde nel mare.
Nelle vicinanze possiamo ammirare anche lo splendido Hospital de la Santa Creu i Sant Pau e Casa Lleo Morena, opere di un altro grande architetto spagnolo di nome Lluís Domènech i Montaner.

Parc Güell

Per ultimo, ma non meno importante, è consigliabile una visita al Parc Güell, inizialmente concepito da Gaudì come un nuovo intero quartiere dove costruire case, studi, una cappella ed un parco; alla fine il progetto fu abbandonato, e furono completate soltanto 2 case ed il parco. Visitandolo, è facile capire come l’architetto abbia cercato di mantenere uno stile il più possibile in linea con la natura, creando un’opera assolutamente unica composta da mosaici e strutture che si fondono perfettamente con il paesaggio naturalistico.

Il Montjuïc

Montjuïc

Il monte Montjuïc si trova a sud di Barcellona, vicino al porto industriale. Per arrivarci, è consigliabile prendere la Funicolari del Motjuic che arriva sino alla vetta del monte ed offre la possibilità di avere una bella panoramica sulla città. Oltre al Castell de Montjuïc, dalle cui mura potrete godere di uno splendido panorama, è possibile visitare il Poble Espanyol (ricostruzione di un paesino medievale spagnolo), il Palau Sant Jordi, lo stadio Olimpico Lluís Companys, costruito per le Olimpiadi del 1992, la Torre de telecomunicaciones, il Giardino Botanico ed infine, scendendo dal monte verso Plaça d’Espanya, il Museo Nazionale d’Arte della Catalogna (MNAC) che si trova all’interno del Palau Nacional.

Il Barrio Gotico e dintorni

Barrio Gotico

Il centro della città vecchia di Barcellona, è indubbiamente il Barrio Gòtico. Questo antichissimo quartiere è un suggestivo labirinto pieno di vie ed intricati vicoletti.
Storicamente era considerato il centro politico e religioso della città. Al suo interno possiamo trovare la splendida Cattedrale gotica di Santa Eulalia e la chiesa gotica di Santa Maria del Mar (quartiere Ribera), che risulta essere un’esempio emblematico e puro del gotico catalano.
Sempre nel Barrio Gòtico possiamo visitare il Museo Picasso, che raccoglie una delle più vaste collezioni dell’artista spagnolo, e la Plaça de Sant Jaume, dove si trovano il Palazzo della Presidenza e del Parlamento catalano ed il Municipio di Barcellona.

Vicino al Barrio Gotico, sono da visitare sicuramente quartieri della Barceloneta e del Born. Il primo, costruito nel secolo XVIII per dare alloggio a coloro che avevano perso le proprie case demolite su ordine di Filippo V per costruire la Ciutadella, è l’ideale per coloro che vogliono rilassarsi al mare. Il pomeriggio o la sera invece, è più consigliabile visitare il Born, quartiere liberale e ribelle che fu centro economico di Barcellona per alcuni secoli. Nelle vicinanze possiamo visitare anche il Palau de la Mùsica Catalana, simbolo dell’architettura modernista catalana, e Castell dels Tre Dragons, due altre opere magnifiche di Montaner.

Il Tempio del Sacro Cuore ed il monte Tibidabo

Tibidabo

Questo bellissimo tempio si trova sulla montagna magica del Tibidabo, ed è una costruzione in stile modernista che si trova al lato del Parco di divertimenti del Tibidabo. Da qui possiamo godere di una delle migliori viste della città.
Il parco invece è adatto ai bambini di ogni età ed è ormai quasi unico nel suo genere, essendo uno dei pochi parchi vecchio stile rimasti non solo a Barcellona ma in tutta Europa.

Dove dormire a Barcellona

Come avrete avuto modo di leggere, le attrazioni da vedere a Barcellona non mancano di sicuro. Di conseguenza, è consigliabile alloggiare in centro e poi muoversi con gli efficientissimi mezzi pubblici. Vi consigliamo più che un impersonale albergo, un bell’appartamento nel Barrio Gotico ad esempio.

Portaventura

Infine, abbiamo parlato del Parco di divertimenti del Tibidabo che è sostanzialmente un luna-park adatto ai bambini più che ai ragazzi. Per questo motivo, se siete giovani e volete concedervi un giorno pieno di divertimento, vi consigliamo di dedicare una gita fuori porta nel bellissimo parco di divertimenti chiamato Portaventura, che si trova ad un centinaio di chilometri a sud di Barcellona. Per informazioni su questo parco a tema potete visitare la pagina: Portaventura

Autore: Christian Ricci.

VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0.0/10 (0 votes cast)
VN:F [1.9.22_1171]
Rating: 0 (from 0 votes)
Be Sociable, Share!