- PARCHIONLINE.IT - IL PORTALE CON MOLTE INFORMAZIONI E CONSIGLI UTILI PER VISITARE I PARCHI DIVERTIMENTO -

MONTAGNE RUSSE, ROLLER COASTERS

Le montagne russe più alte e veloci del mondo!



Kingda Ka, le montagne russe (roller coaster) più alte del mondo

I roller coasters (in Italia chiamati più comunemente montagne russe) sono le attrazioni simbolo di luna park e parchi di divertimento a tema; da sempre affascinano grandi e bambini, sia per la loro imponenza, sia per le emozioni che sanno regalare. Il Nord America è da sempre stato all'avanguardia nel settore dei roller coasters e proprio negli USA si trovano alcuni tra i modelli più alti ed adrenalinici del mondo. Negli ultimi dieci anni anche l'Europa ha fatto la sua parte e in molti parchi divertimenti presenti nel Vecchio Continente sono stati installati alcuni roller coaster di ottimo livello.


ROLLER COASTER PIÙ ALTO DEL MONDO

Kingda Ka, le montagne russe (roller coaster) più alte del mondo Le montagne russe più alte del mondo sono rappresentate da Kingda Ka, il launch coaster inaugurato nel 2005 presso il parco divertimenti Six Flags Great Adventure nel New Jersey (USA). Costata oltre 25 milioni di dollari, questa attrazione è caratterizzata da una fase di lancio iniziale che proietta i treni da 0 a 200 km/h in 3.5 sec e poi su, fino ad un'altezza massima di 140 metri. Durante la discesa i treni affrontano un avvitamento in verticale e una camel back che regala alcuni momenti di puro Air Time. La parte della corsa più emozionante dura circa 30 secondi.

ROLLER COASTER PIÙ VELOCE DEL MONDO

Formula Rossa, il roller coaster più veloce del mondo Le montagne russe più veloci del Pianeta sono state inaugurate nel 2010 presso il nuovo parco a tema Ferrari World ad Abu Dhabi. Progettato per far provare le stesse emozioni dei piloti di F1, questo roller coaster denominato Formula Rossa raggiunge nella fase iniziale di lancio i 240 km/h e un'altezza massima di 52 metri.

ROLLER COASTER PIÙ ALTO IN EUROPA

Shambhala, le montagne russe (roller coaster) più alte d'Europa Nel 2012 l'Europa avrà un nuovo roller coaster da record; si tratta di Shambhala, il nuovo Hyper Coaster B&M di PortAventura (Spagna) che con i suoi 76 metri di altezza supera di 3 metri il secondo classificato: Silver Star a Europa Park (Germania), inaugurato nel 2001. I treni di Shambhala viaggeranno alla velocità massima di 134 km/h lungo un percorso di oltre 1500 metri.

ROLLER COASTER PIÙ VELOCE IN EUROPA

Ring Racer, il roller coaster più veloce d'Europa Il roller coaster più veloce d'Europa si chiama Ring Racer ed è installato presso il circuito di Nurburgring in Germania. Progettato dalla ditta S&S Power per raggiungere i 217 km/h, in realtà non ha mai superato i 160 km/h e attualmente non è in funzione a causa di problemi tecnici. La riapertura è prevista nel corso del 2012.

ROLLER COASTER PIÙ ALTO IN ITALIA

iSpeed, le montagne russe (roller coaster) più alte d'Italia a Mirabilandia Le montagne russe più alte in Italia sono rappresentate da iSpeed (55 metri), il launch coaster di Mirabilandia che può vantare anche il record di velocità 120 km/h. Il parco divertimenti Mirabilandia vanta anche il record di roller coaster più lungo d'Italia (Katun - 1200m.) e il water coaster più alto del Mondo (Divertical - 60m.)

Principio di funzionamento dei roller coasters

Come funzionano le montagne russe o roller coasters Il funzionamento delle montagne russe è molto semplice e si basa unicamente su alcuni principi elementari della fisica, come la forza di gravità e l'energia cinetica (energia posseduta da un corpo a causa del suo movimento).

Esistono due tipologie principali di roller coasters, quelli più tradizionali con la classica salita a catena (lift) e i launch coaster caratterizzati da un rettilineo di lancio magnetico o idraulico che fornisce al treno la spinta necessaria per raggiungere la vetta della prima salita.

Raggiunta la massima altezza, il convoglio viene lasciato libero di percorrere la prima discesa (first drop) durante la quale, grazie alla forza di gravità che lo attrae verso il basso, si carica di energia cinetica ed acquista la necessaria spinta per raggiungere la salita successiva. Il processo si ripete dopo ogni scollinamento per numerose volte fino alla fine del percorso. A causa delle forze d'attrito (ruote, rotaie, aria) il treno non potrà mai raggiungere la stessa quota della salita precedente; proprio per questo motivo l'altezza delle "colline" e delle "figure" che i treni affrontano lungo il percorso si abbassa progressivamente per garantire sempre una velocità sufficientemente elevata.

Durante tutto il tracciato di un roller coaster i treni sono abbandonati alla forza di gravità e vincolati solo alle rotaie; su queste ultime, e non sui treni stessi, sono posizionati i freni e la corsa può essere fermata solo nei punti in cui le rotaie sono predisposte a farlo. Di solito i freni si trovano, oltre che nella stazione, anche poco prima si essa in modo che i treni possano "accodarsi" nel caso in cui uno tardi a partire; nei roller coaster più lunghi vengono inserite a metà percorso delle sezioni di freni intermedie in grado di bloccare il treno in caso di problemi tecnici. Tutte le varie sezioni del percorso e i treni stessi sono controllati e gestiti da un sistema elettronico in grado di accelerare o rallentare la corsa dei treni in modo che tutto sia sempre sincronizzato.

Roller coaster Millennium Force a Cedar Point

L'Air Time nei roller coasters

Sulle montagne russe si possono provare forze G superiori al valore normale (fino a 5G), ma anche inferiori, fino a raggiungere gli 0 G quando si prova la sensazione di vuoto come se si fosse sospesi in aria. Questo è il cosiddetto "Air Time", una caratteristica molto importante nelle montagne russe e molto amata dai loro fans in tutto il mondo.

La senzazione di Air Time si avverte quando il treno percorre la cresta di una collina (camel back) a forte velocità, si è sospesi sulla cima e ci si stacca dai sedili; la sensazione è tanto più intensa quanto più lungo è l'Air Time in termini di secondi.

I progettisti di roller coasters hanno studiato questo fenomeno per anni e sono arrivati alla conclusione che un buon Air Time si ottiene con camel back ad arco perfettamente simmetrico.


Le tipologie ed i vari modelli di roller coasters

I tipi esistenti di roller coasters sono tantissimi ed è piuttosto difficile effettuare una catalogazione rigorosa, in quanto ogni installazione presenta spesso caratteristiche appartenenti a differenti tipologie. La prima grande distinzione va fatta tra i wooden coasters (struttura in legno) e gli steel coasters (struttura in acciaio); poi tra questi ultimi esistono differenti tipologie caratterizzate dalla diversa altezza, dal sistema di traino iniziale, per i treni sui quali sono seduti i passeggeri e per altre particolarità tecniche che verranno man mano descritte.

WOODEN COASTER: caratterizzati dalla struttura portante interamente in legno, hanno fatto la storia dei roller coasters nel Mondo fin dai primi anni dell'800 e sono presenti in molti parchi americani ed europei. A pari velocità, la corsa su un wooden coaster è decisamente più "thrilling" di quella su un roller coaster in acciaio; questo a causa dell'alternarsi di salite, discese e curve in un'ambientazione dal forte impatto visivo e del forte rumore provocato dai carrelli durante il percorso. Il wooden coaster più alto in Europa è Colossus di Heide Park in Germania mentre nel 2000 è stato inaugurato negli USA il primo "wooden" con giro della morte: Son of Beast, parco Kings Island (Ohio).

STEEL COASTER: termine generico che identifica tutti i roller coasters con struttura in acciaio. Nati da una naturale evoluzione dei wooden coasters, grazie alla leggerezza e alla robustezza della struttura in metallo hanno permesso ai progettisti di inventare numerose figure ed inversioni da inserire nei tracciati per rendere le corse molto più adrenaliniche. Con il tempo sono stati inventate molte tipologie di steel coasters molto differenti tra loro ma tutte caratterizzate da una struttura portante in acciaio.

LOOP COASTER: steel coaster caratterizzato dalla presenza di uno o più Loop (giro della morte) nel percorso. È prodotto sia con rotaia leggera e quindi trasportabile (per luna park), sia con rotaia più pesante per parchi divertimenti a tema.

CORKSCREW COASTER: simile al precedente Loop Coaster ma in genere non è trasportabile. La differenza sostanziale sta nella struttura della rotaia più pesante e nell'utilizzo dei Corckscrew (inversione detta anche cavatappi) al posto dei looping. Un esempio "puro" di questa tipologia è presente a Holiday Park in Germania. Es: Magic Mountain di Gardaland appartiene anche a questa categoria, presenta infatti 2 Corckscrew e 2 Loop.

STAND UP COASTER: in questa tipologia di montagne russe la corsa si effettua in piedi (anzichà seduti) e quindi le forze che il corpo subisce durante la corsa sono distruibuite in modo più equilibrato. Uno dei maggiori produttori è la ditta svizzera B&M. Lo Stand Up Coaster più famoso al mondo si trova a Kentucky Kingdom (Kentucky, USA).

FLOORLESS COASTER: prodotto tipico B&M, letteralmente significa "montagna russa senza pavimento". Infatti la differenza da un normale coaster sta nel fatto che le gambe dei passeggeri sono a penzoloni, con i piedi a qualche decina di centimetri al di sopra delle rotaie (da non confondere con l'Inverted Coaster, dove le gambe pendono invece nel vuoto.

BOOMERANG COASTER: in questa tipologia di roller coaster il treno viene trainato all'indietro dalla stazione fino in cima ad una salita, poi viene lasciato cadere in avanti. Il treno attraversa la stazione e compie il suo giro fino a giungere ad un'altra salita verticale, dove viene trainato verso l'alto per una quindicina di metri e per poi ricadere all'indietro e ripercorrere l'intero percorso con i passeggeri "spalle al percorso". Famosi sono i modelli "Boomerang" della Vekoma che contengono una sezione centrale a forma di Boomerang (costituita da 2 mezzi giri e 2 semi-avvitamenti). Esiste un'evoluzione di questa tipologia di roller coasters denominata Invertigo e caratterizzata dalla presenza di treni tipici di un Inverted Coaster.

SUSPENDED COASTER: roller coaster, progettato dalla ditta Arrow Dinamics come una corsa senza inversioni, in cui il treno è formato da gondole che possono oscillare fino a 45° rispetto alla posizione normale percorrendo le curve. Il percorso si snoda quindi senza discese eccessivamente alte ma si concentra piuttosto su curve e cambi di direzione continui. Il primo fu installato a Kings Island (Ohio - USA) nel 1981 e il più famoso per noi europei è certamente quello del parco divertimenti Bobbejaanland in Belgio.

INVERTED COASTER: evoluzione in chiave adrenalinica dei Suspended Coaster. Come suggerisce il nome "Inverted" in questi modelli le rotaie scorrono sopra la testa dei passeggeri ed è stato eliminato il "pavimento" sotto i loro piedi. I sedili sono ancorati senza permettere oscillazioni. L'introduzione degli Inverted Coaster è da considerarsi una seconda rivoluzione nel mondo dei roller coasters dopo il passaggio legno-acciaio. Ormai presenti in quasi tutti i parchi del mondo, gli inverted coaster sono per lo più marchiati B&M o Vekoma. Due chiari esempi sono: Blue Tornado (Vekoma) a Gardaland e Katun (B&M) a Mirabilandia.

FLYING COASTER: evoluzione dei normali Inverted Coasters dove l'emozione del volo è portata all'estremo, infatti i passeggeri sono "ancorati" ai sedili in posizione orizzontale a pancia in giù.

4TH DIMENSION: ulteriore evoluzione dei Flying Coaster rappresentata dal roller coaster "X" costruito nel parco Six Flag Magic Mountain (California - USA) nel 2002 e progettato dalla Arrow Dinamic. In questo coaster i passeggeri oltre ad essere in posizione orizzontale sono anche liberi di ruotare in avanti e indietro, trovandosi a volte a testa in giù o in altre posizioni da brivido. "X" è stato caratterizzato da numerosi malfunzionamenti che ne hanno causato la chiusura per un periodo piuttosto lungo, fatto che negli anni successivi ha fortemente condizionato le ordinazioni per questa tipologia di attrazione.

VERTICAL DROP COASTER: denominato anche Diving Coaster è un roller coaster prodotto dalla B&M e caratterizzato da una prima discesa verticale di 90°; i vagoni, dalla forma innovativa, sono costituiti da due file di ben 8 posti ciascuna. In genere il vagone viene tenuto sospeso nel vuoto per qualche secondo prima di compiere la discesa. Es: Oblivion di Alton Towers (Inghilterra).

TOWER COASTER: nuova tipologia di montagne russe caratterizzata da una salita iniziale inclinata a 90° gradi. Ne sono due esempi: Hollywood Rip Ride Rockit al parco Universal Studios Florida (Orlando) ed EuroFighter a Fasanolandia.

HYPER COASTER: in questa categoria rientrano tutti gli Steel Coasters la cui altezza massima supera i 65 metri, con o senza inversioni. Gli Hyper Coaster più alti in Europa sono Shambhala (76 metri)a PortAventura (Spagna) e Silver Star (73 metri) a Europa Park, in Germania.

GIGACOASTER: si definisce così un roller coaster con altezza superiore ai 90 metri. Il più alto del mondo è Millennium Force a Cedar Point che raggiunge quasi i 95 metri di altezza e raggiunge i 148 km/h di velocità massima.

LAUNCHED COASTER: si identificano con questo termine tutti i roller coasters che presentano un lancio iniziale, idraulico o magnetico, al posto della tradizionale salita con traino a catena. A questa tipologia appartengono le montagne russe che detengono i records di altezza e velocità a livello mondiale (ad es. Kingda Ka alto 140 metri). Appertengono alla tipologia dei launch coasters anche iSpeed di Mirabilandia e Shock di Rainbow MagicLand.

MINE TRAIN COASTER: per descrivere la categoria è sufficiente citare l'attrazione "The Big Thunder Mountain" presente in tutti i parchi Disney. Si tratta di un roller coaster per famiglie (Family Coaster), con percorso ricco di cambi di direzione, piccole salite e discese. Generalmente molto tematizzato ispirandosi alle vecchie miniere abbandonate. Un esempio molto originale e di ottimo livello in Italia à rappresentato da Mammut a Gardaland.

WILD MOUSE: roller coaster per famiglie caratterizzato da un percorso con curve a 90 e 180° costruito su più livelli. Le vetture possono essere a forma di topo (o di carrello di miniera) ed il nome dell'attrazione deriva proprio dai percorsi che questi animali scavano per crearsi la tana. Grazie alla struttura leggera ed alle dimensioni compatte che lo rendono facilmente trasportabile è un roller coaster molto diffuso anche nei Luna Park. Un esempio è Pakal a Mirabilandia.

SPINNING COASTER: nato da un'evoluzione dei Wild Mouse è un roller coaster caratterizzato da vetture di forma rotonda che possono girare su loro stesse ed ormai presente in molti parchi europei. Può essere installato all'aperto o indoor (ad es. Cagliostro a Rainbow MagicLand.)

POWER STEEL COASTER: unica tipologia di roller coaster che sfrutta l'elettricità per muovere i treni lungo tutto il percorso. Per questo motivo non presenta mai una salita all'inizio del percorso o ripide discese. Progettati in particolar modo per i bambini, i power steel coasters si trovano spesso anche nei Luna Park. "Explorer" di Mirabilandia ne è un buon esempio.

BOBSLED COASTER: una delle tipologie di roller coasters meno diffusa nel mondo. I treni non viaggiano su rotaia ma posseggono ruote con cui compiono il percorso liberamente; il meccanismo è semplice e molto simile a quello degli scivoli acquatici. I Bobsled Coasters vengono prodotti e sono stati inventati dalla ditta tedesca Mack che installò il primo prototipo proprio a Europa Park in Germania.

WATER COASTER: attrazione acquatica che unisce un funzionamento simile di uno "Shoot The Chute" (vedi Niagara a Mirabilandia) ad un percorso da roller coaster. Le imbarcazioni, infatti, sono ancorate a rotaie simili a quelle delle montagne russe e spesso attraversano un movimentato percorso prima del fatidico splash in acqua. Es: Poseidon di Europa Park (Germania) e Divertical a Mirabilandia.

SCREAMING SQUIRREL COASTER: un nuovo tipo di roller coaster, non molto alto (circa 30 metri) ma con una singolare caratteristica: i passeggeri sono tenuti a testa in giù per gran parte del percorso, il quale risulta piuttosto breve e viene percorso a bassa velocità. Il primo Squirrel Coaster al mondo è stato realizzato dalla ditta S&S Power ed installato a Gardaland (Sequoia Adventure) nel 2005.

MOTOCOASTER: nuovo tipo di Launched Coaster nel quale le persone, anzichè sedersi su un normale sedile, prendono posto su delle speciali moto. Questo roller coaster è caratterizzato dal lancio alla partenza ed è costruito dalla ditta Vekoma e dall'italiana Zamperla.